Abbadia San Salvatore

Home  /  Itinerari e luogi  /  Current Page

Il borgo amiatino, rimasto intatto, visse in funzione dell’influente abbazia omonima fino a quando, nel 1787, Leopoldo I ne ordinò la soppressione. I suoi monaci furono spesso invisi alle più importanti famiglie del circondario, poiché orientati verso una combattiva politica d’ingrandimento dei territori. La cripta sotterranea della chiesa risale alla prima costruzione (VIII secolo): la pianta a croce accoglie una selva di 40 colonne adornate in una rara e singolare decorazione capitellare.