San Gimignano

Home  /  Itinerari e luogi  /  Current Page

Su una verde collina della Val d’Elsa nel 1119 prende forza come libero Comune la cittadina dove ricche famiglie della metà del XII secolo si posero a capo delle contese tra guelfi e ghibellini, espresse dall’innalzamento (o dall’abbassamento, per il rivale sconfitto) dalle celebri case-torri. In piazza del Duomo il Museo Civico (una rilevante raccolta d’arte fiorentina e senese che va dal XIII al XVI secolo) è ospitato nel duecentesco Palazzo del Popolo. Sulla stessa piazza è la collegiata romanica di S. Maria Assunta (XII secolo), un’autentica meraviglia all’interno, colmato dai colori Bartolo di Fredi, Domenico Ghirlandaio, Taddeo di Bartolo e Benozzo Gozzoli. Ne replica l’alta qualità artistica la sobria chiesa del monastero di S. Agostino (1280-98) con gli affreschi di Benozzo Gozzoli per la Cappella di S. Bartolo (scolpita da Benedetto da Maiano nel 1494-95), e con la pala d’altare che Piero Pollaiolo dipinse nel 1483. Una curiosa esposizione è quella del Museo di Criminologia Medievale e Inquisizione, la cui copiosa ricerca storica affronta gli strumenti di tortura utilizzati nei secoli e la pratica dell’Inquisizione. Molti dei reperti sono originali.